Generazione e regolazione

L’impegno di SIGNAL per il settore della generazione di energia ed il risparmio energetico si concretizza in alcune soluzioni già realizzate e descritte nel seguito.

 

Generazione

Gestione di generatori a scala micro che sfruttano un flusso di aria od acqua per la generazione di energia da 1W fino a qualche decina di Watt. Sono state realizzate applicazioni da acqua fluente in piccole condotte (anche in ambito domestico) e da aria compressa recuperandola anche dagli scarichi. Si ottiene così energia dove serve, senza allacciamenti e da fonti gratuite.

In questo campo il know-how SIGNAL comprende non solo la parte elettronica ma anche i generatori, rigorosamente senza spazzole e le relative problematiche di sfruttamento ottimale *.

Generazione

Generazione-2

Una ulteriore innovativa soluzione riguarda il controllo e la tele-gestione di minigeneratori di aria compressa mossi direttamente da energia eolica. Questa soluzione si distingue per essere totalmente indipendente da fonti di alimentazione elettrica.

Il controllo sulla torre si autoalimenta dal vento, calcola le condizioni di lavoro e in caso di pericolo blocca il rotore. In aggiunta misura la quantità di aria generata e controlla i principali parametri di usura.

Tutti i dati raccolti sono inviati via radio alla consolle di controllo dove vengono visualizzati.

In sviluppo ulteriori soluzioni di micro-harvesting specialmente da piezoceramiche di tipo bender e magnetico.

 

Regolazione

Partendo dalla nota e affidabilissima tecnica dei regolatori magnetici buck-boost SIGNAL li ha resi elettronici e quindi molto flessibili.

Con questa tecnologia sono possibili regolatori di tensioni alternate mono e trifasi partendo da qualche centinaia di watt fino ad alcuni megawatt. I rendimenti sono molto vicini all’unità (98%), non sono introdotte distorsioni ed armoniche e la particolare struttura li rende fault-tolerant.

La tensione di uscita è garantita anche in caso di guasti elettronici.

RegolazioneRegolazione-2

 

La tensione e quindi la potenza di uscita può essere pertanto regolata secondo varie regole dipendenti dall’applicazione (tabelle orarie, su grandezze esterne, tele impostate anche via rete cellulare).

Usi tipici sono nel campo della regolazione del flusso luminoso specie per impianti preesistenti con lampade a scarica di gas (HID) ove si possono ridurre i consumi del 40% con media del 15-20%.

Altre applicazioni diffuse consistono nel limitare i picchi di potenza dovuti alle fluttuazioni di rete.

 

* Per alcune parti ci si avvale della consulenza di centri di competenza universitari.